Come trovare casa in affitto a Torino, anche se non sei a Torino

Dopo mille valutazioni su pro e contro della tua scelta, finalmente hai deciso di trasferirti ai piedi della Mole? Grandioso! Ora non ti resta che trovare casa in affitto a Torino e vivere la tua nuova avventura.

Ti farà piacere sapere che, rispetto ad altre realtà del nord Italia, Milano in primis, qui il costo degli affitti (e della vita) è molto conveniente.

Quindi, prima cosa: stabilisci il tuo budget. Quanto vuoi spendere ogni mese? La cifra comprende già il condominio e il riscaldamento, che in molti palazzi torinesi è centralizzato, quindi con quote da pagare a prescindere dal consumo? Alla stima hai già aggiunto un paio di mesi di caparra, da anticipare al padrone di casa?

Passiamo alla seconda cosa: stabilisci le tue esigenze. Spendere meno può significare meno servizi, meno trasporti o peggio, zone degradate o “pericolose”. Qui trovi quelli che ritengo i migliori quartieri dove vivere a Torino, e quelli da evitare. In questo post, invece, suggerisco le zone migliori per studenti fuorisede.

Terza e ultima cosa: dove e come trovare casa in affitto a Torino? Soprattutto, se non sei di qui e non hai modo spostarti subito per cercare di persona? Accetta un consiglio da chi ci è passato: valuta un affitto ponte. Ovvero un primo affitto di un mese o due, un appartamento che userai da punto d’appoggio per scegliere sul luogo la tua casa definitiva.

E se questo suggerimento non basta, ecco altre sei soluzioni buone (e una pessima) per coronare la tua ricerca di una casa in affitto a Torino, valide sia per gli studenti che per i lavoratori con poco budget.

Ho cercato di ordinarle in base a quanto sei con l’acqua alla gola, dalla soluzione più conveniente a quella…beh, lo scoprirai leggendola.

Bakeca.it e altri siti di annunci tra privati

Se sugli aggregatori di annunci trovi quasi solo agenzie, su Bakeca, Subito e Kijiji hai più possibilità di trovare casa direttamente da privati, quindi senza pagare i salati costi di agenzia. Per cercare casa in affitto a Torino ti consiglio in particolare Bakeca perché, avendo sede in città, ha molti più annunci di privati rispetto alla concorrenza.

Immobiliare.it e altri aggregatori di annunci immobiliari

Immobiliare è il Pornhub di chi cerca casa. Amo passarci le ore, sfogliando gallerie fotografiche di case che non potrò mai comprare, intanto che cerco quella giusta. La scelta è ampia ma come detto ha uno svantaggio: troverai quasi soltanto annunci di agenzie immobiliari, e se sei un lavoratore o uno studente squattrinato non è la soluzione più conveniente. Altri siti simili sono Idealista e Casa.it

I gruppi Facebook

Facebook non serve solo a rubare dati personali, pilotare elezioni o stalkerare i tuoi amici. Ci puoi anche trovare una casa in affitto a Torino, sfruttando gruppi ad-hoc di solito creati da studenti per studenti. Comincia da questi: Cerco casa/stanza/coinquilini a Torino, Torino affitto studenti/lavoratori, Cerco / Offr Affitti Torino.

Le agenzie immobiliari

Soluzione che consiglierei soltanto a chi ha tanti soldi, o poco tempo. Rivolgersi a un’agenzia immobiliare per trovare casa in affitto a Torino significa infatti sborsare un onorario che va da una a due mensilità di affitto a seconda del tipo di contratto. Soldi che non recupererai mai, ma  d’altro canto ti permettono di affittare case mediamente più belle e a prezzi un po’ più bassi.

Residenze temporanee e housing sociale

Una di quelle cose che fa tanto centro sociale, ma che è perfetta soluzione temporanea per trovare una stanza in affitto a Torino. Sono strutture a metà tra il residence e l’ostello, dove puoi affittare da pochi giorni a 18 mesi, usufruire di servizi come la cucina condivisa o la lavanderia a gettoni, fare amicizia e conoscere la tua nuova città. A Torino puoi trovare le principali in questa pagina.

AirBnb, Homelidays e i siti di affitti turistici

Qando parlavo di affitto ponte intendevo questo, una soluzione d’emergenza per trovare un appartamento in affitto breve a Torino, già adottata da me medesimo. Scegli un mono-bilocale economico su AirBnb o simili, chiedi privatamente una quotazione per un mese d’affitto e, con una cifra leggermente superiore rispetto a un normale affitto, di solito riesci a ottenere un punto d’appoggio per cercare direttamente a Torino l’appartamento giusto, senza impiccarti “alla cieca” in un contratto annuale o – peggio – in un 4+4 con preavviso di 6 mesi.

Last but not least: come NON cercare casa a Torino

Premetto che non voglio beccarmi querele, quindi non farò nomi né li apostroferò coi termini che si meriterebbero. Ma diffida, stai alla larga e schifa come un uomo che indossa sandalo e calzino le “agenzie” che:

  • mettono su migliaia di annunci tutti simili tra loro, in cui “stranamente” non c’è uno straccio di foto dell’appartamento, ma solo screenshot di strade presi da Google Maps.
  • quando chiedi più informazioni o una visita ti promettono, alla modica cifra di 250 euro o giù di lì, di farti vedere per qualche mese taaaanti splendidi appartamenti, senza impegno né commissioni. Certo. E poi c’era la marmotta che confezionava la cioccolata…

Tutto chiaro? Adesso sai come trovare casa in affitto a Torino, mettiti all’opera. E se hai ancora qualche dubbio, lascia un commento al post con le tue domande, o racconta la tua esperienza personale di ricerca!    

 Image creditsAndrea Cannata on Pixbaby